Spud il riccio spinato – aggiornamenti

Vi ricordate di Spud, il riccio che aveva perso tutte le spine? Qui potete leggere il precedente post su di lui.

Ebbene, a quanto pare mi sbagliavo: non si trattava di un difetto genetico ma di una malattia, una forma di scabbia particolarmente virulenta. Dopo alcuni mesi dal suo ritrovamento in un giardino di Ruislip (Middlesex) la terapia cominciava a funzionare e le spine ricrescevano. Nell’immagine qui sotto potete vederlo prima (nel 2009) e dopo (nel 2010) la cura a base di ivermectina, bagnetti caldi, massaggi con olio per bambini, rimozione delle scaglie di pelle morta e chissa’ quant’altro.

Fotosource

In questo filmato potete vedere il trattamento ricevuto al St. Tiggywinkles Wildlife Hospital, roba che fa morire d’invidia tutti i pazienti dell’NHS (la ASL inglese).

Non ci sono sul web informazioni recenti (2011) su Spud, il che mi fa essere un po’ pessimista sul suo fato: le sue condizioni cliniche comunque rimanevano serie nonostante tutte le terapie e a quest’ora avrebbe 5 anni che sono un’eta’ notevole per un riccio (in natura vivono in media tre anni).

In compenso e’ comparsa Spudina:

Foto: telegraph.co.uk

Una femminuccia di due anni trovata da un membro del pubblico a Bedford e nuovamente portata a St Tiggywinkles. Spudina non sembra avere i problemi di pelle morta e le ferite che aveva Spud e cosi’ lo staff le ha fatto un maglioncino per farla stare al caldo. Ci sarebbe da ridire sulla scelta del giallo canarino, ma tanto i ricci vedono poco e male i colori. Come nel caso di Spud, non si ha idea del motivo della perdita delle spine e l’infreddolita bestiolina per ora viene lavata e curata in attesa di una risposta. Speriamo almeno per lei in una guarigione completa.

Se poi vi piacciono gli animali spelati non posso non segnalarvi Smoothie, lo scoiattolo grigio senza pelo che, come tutti i membri della sua specie, e’ una piccola jena grigia e mordace, del tutto incurante del suo problema.

Published by tupaia on maggio 16th, 2011 tagged uncategorised


3 Responses to “Spud il riccio spinato – aggiornamenti”

  1. fabristol Says:

    Ormai penso che gli inglesi trattino meglio gli animali (soprattutto quando selvatici) rispetto agli umani. Le clinihce veterinarie sono molto più equipaggiate della media di qualsiasi centro NHS.

  2. tupaia Says:

    Gia’, e non solo l’NHS fa schifo, ma dobbiamo anche ringraziare se ci rimane… Quasi quasi se mi ammalo mi travesto da riccio e vado a St Twiggywinkles

  3. medo Says:

    Questo amore sconsiderato degli inglesi per gli animali animali, che non corrisponde ad un uguale amore per gli animali uomini, mi ha sempre dato da pensare… Salvo poi che se si tratta di animali animali da cibo, li trattano peggio che pacchi postali: solo ieri ho visto in tangenziale un camion pieno di bestiame con targa irlandese. A 2000 km da dove proveniva il bestiame. Terribili muggiti uscivano dalle bocche dei poveri vitelloni.

Leave a Comment