Sono tignosa

Virus, porca miseria, virus, l’influenza e’ portata da VIRUS! Ne’ da batteri, ne’ da infreddature con conseguenti generazioni spontanee di “microbi”.  Non e’ un concetto difficile. Virus, frammenti di DNA o RNA rivestiti da proteine e a volte da uno strato lipidico, che NON si curano con gli antibiotici.

I batteri invece hanno strutture cellulari a tutti gli effetti e tra virus e batteri c’e’ molta piu’ differenza di quanta ce ne sia tra un geranio e una balena. Ma ci vuole tanto a capirlo?

La settimana scorsa c’era un’intera pagina, dico un’intera pagina sul Corriere della Sera, firmata da due giornalisti sul “virus della peste” come potenziale arma biologica di Al-Quaida, con relativo excursus storico sulle epidemie da “virus della peste” nei secoli. Basterebbe una rapidissima occhiata a Wikipedia per sapere che Yersinia pestis e’ un batterio. Ma si sa, la scienza non e’ cultura e tanto “batteri, virus, siamo li, sempre fastidio danno”, come mi e’ stato detto, quindi perche’ preoccuparsi di usare il termine corretto? E allora il superbug, il batterio resistente agli antibiotici, ce lo meritiamo. Se ci prendiamo gli antibiotici per il raffreddore (virale) perche’ tanto virus e batteri sono la stessa cosa e facciamo evolvere batteri resistenti, ben ci sta.

E ora parliamo un attimo dell’influenza. Ho avuto un po’ di febbre e dei sintomi influenzali di recente e sono stata trattata come un’appestata. Non volete l’influenza? Fatevi il vaccino, e’ semplice, copre anche il ceppo H3N2 Brisbane, detto dai media “l’Australiana” e funziona almeno nell’80% dei casi. Altrimenti smettete di respirare qando andate in giro, o indossate una mascherina come fanno i giapponesi. Il virus si trasmette tramite le goccioline di saliva starnutite o tossite e non con la semplice presenza fisica di una persona ammalata nella stessa stanza. Se la persona ammalata rispetta normali norme igieniche come starnutire nel fazzoletto e poi buttarlo via dovreste essere a posto. Tra l’altro il periodo piu’ contagioso e’ subito prima della comparsa dei sintomi. Se in autobus qualcuno intorno a voi starnutisce cominciate a preoccuparvi, piu’ che per l’andare a trovare un amico convalescente.

Published by tupaia on febbraio 1st, 2009 tagged comportamento, informazione, malattie


10 Responses to “Sono tignosa”

  1. Networm Says:

    Aspetta… aspetta…
    prima di dire cosa sia o non sia la peste, e parlare senza cognizione di causa di cosa sia un virus, tirando fuori anche i giornali, hai tralasciato la cosa più importante, la fonte più autorevole: la Chiesa cosa ne pensa? Lo sai che il Papa è l’unica persona autorevole, nel senso assoluto del termine, no?
    Informati prima!!!

  2. falecius Says:

    “l’ignoranza è forza…”

  3. Dund Says:

    “lo sai che sei bellissima quando ti arrabbi?”

  4. Networm Says:

    guarda, dietro di te, una scimmia a tre teste!

    Ma che centra? :D

  5. Mr. Tupaia Says:

    Toh, credevo di essere l’unico a cui Tupaia ricorda il Governatore Elaine Marley…

  6. Claudio Says:

    Tupaia, ma il veteroleghista sclerotico sopra e’ un batterio o un virus?

  7. tupaia Says:

    Claudio: in questo momento e’ un IP nella mia blacklist

  8. Networm Says:

    Ma… dite a me?
    Ero sarcastico :(

  9. tupaia Says:

    Networm: no no, tranquillo, ci si riferiva ad un pazzo che si era affacciato qui e il cui messaggio e’ stato cancellato, non certo a te!

  10. Adriano Says:

    Ma scusa, dov’è finita tutta la tua scienza? E’ risaputo che per guarire dal raffreddore non devi starnutire nel fazzoletto, ma diffondere con tutta la forza possibile intorno a te, provocando un rumore infernale. Solo così, il virus si spaventa ed esce. E anche tu guarirai.

Leave a Comment