L’insetto stecco da compagnia (Carausius morosus)

Quando ne portai un po’ a casa tempo fa mi fu chiesto: “Ah, interessante, insetti stecco indiani, e cosa fanno?” ed io entusiasta risposi: Beh, stanno immobili tutto il giorno mimetizzati e se li spaventi si fingono morti, rimanendo ancora piu’ fermi”.

Non un granche’ come pet, devo ammettere, pero’ sono una delle specie di insetti piu’ allevate non solo dagli amatori, ma anche dai laboratori per condurci su esperimenti di ogni genere. Vale la pena, allora, di spenderci due righe.

La caratteristica piu’ evidente dei Fasmidi, l’ordine di insetti a cui il Carausius morosus appartiene, e’ proprio la loro capacita’ di mimetizzarsi con la vegetazione, mimando foglie o rami. Il C. morosus, in particolare, mima ramoscelli giovani e verdi da adulto, mentre imita rametti secchi negli stadi piu’ giovanili. Per fare cio’, ovviamente’ passa la maggior parte del tempo immobile.

.p1010034.jpg

Gli stadi giovanili (ninfe), tuttavia, sono decisamente piu’ mobili, corrono molto rapidamente, sono esperti nell’evasione riuscendo ad infilarsi tra le minime fessure e, se minacciati, ondeggiano lateralmente. Non sono al corrente di nessuna spiegazione al fenomeno, e non penso sia per emulare l’azione del vento perche’ non tendono ad muoversi all’unisono. Sospetto sia piu’ un atteggiamento intimidatorio, accompagnato spesso dall’arcuarsi dell’addome imitando uno scorpione. Un po come fa un gatto, insomma, quando si mette di lato e rizza il pelo.

Uova: anche le uova hanno un aspetto mimetico, avendo l’aspetto di semi bruni di circa 2 mm di diametro. Il tempo necessario alla schiusa varia da uno a quattro mesi e dipende dalle condizioni di temperatura ed umidita’.

Ninfe: Come moltissimi altri insetti, i Fasmidi sono Emimetaboli, cioe’ i giovani sono copie in miniatura degli adulti con solo qualche piccola variazione. Occorrono sei mute per passare dal primo stadio di ninfa all’adulto. Durante la muta l’insetto si appende a testa in giu’ e scivola fuori dal vecchio esoscheletro (ecdisi) in alcune ore, piu’ spesso in una nottata, divorandolo spesso al termine del processo (un po’ di proteine fan sempre comodo). Le prime due-tre ninfe sono sempre di colore bruno, poi tendono a diventare verdi. Lo stadio di ninfa dura complessivamente alcuni mesi.

exuvia

Adulto: Le femmine sono lunghe circa 8 cm, i rarissimi maschi sono piu’ piccoli e piu’ sottili. Le femmine non hanno ali evidenti e sono in genere presenti in due fenotipi: verdi con l’interno della coxa del primo paio di zampe rosso, o bruno (meno comune). Probabilmente fattori epigenetici (ambientali) intervengono nella determinazione del fenotipo, a giudicare da quel che si dice qui, per quanto datato. Sono tendenzialmente notturni. Se l’ambiente e’ troppo secco,perdono una o piu’ zampe, evidentemente per ridurre la superficie traspirante a discapito del movimento.

Distribuzione: originario del sud dell’India, dove pare ci siano gli unici individui geneticamente maschi, e’ stato diffuso dall’uomo in Sud Africa, Europa, Stati Uniti.

Alimentazione: in cattivita’ si nutre di edera, rovo, ligustro, quercia, e varie rosacee. In natura puo’ essere dannoso per alcune coltivazioni.

Insetto stecco

Riproduzione: ed ora la caratteristica per cui e’ famoso: questo insetto e’ partenogenetico ovvero le femmine si riproducono asessualmente senza fecondazione. Cio’ non vuol dire, pero’, che gli individui siano cloni, cioe’ copie geneticamente identiche: l’uovo va incontro ai normali processi di riarrangiamento cromosomico per cui si rilevano differenze tra gli individui. Un individuo su 10000 nasce fenotipicamente maschio o presenta entrambi gli organi sessuali, pur rimanendo, tuttavia, geneticamente femmina. Pare che i maschi nati cosi’ siano sterili e che la loro nascita sia indotta dal calore a cui e’ sottoposto l’uovo. Fuori dall’india non ci sono individui geneticamente maschi. La deposizione delle uova comincia all’inizio dello stato adulto e termina alla morte, e ogni giorno da una a dieci uova circa vengono deposte.

 

Published by tupaia on giugno 18th, 2007 tagged annunci, Insetti


41 Responses to “L’insetto stecco da compagnia (Carausius morosus)”

  1. nicola Says:

    nemici naturali?

  2. tupaia Says:

    Naturalmente. In india hanno i loro predatori (altri artropodi, uccelli, rettili) e parassiti naturali. Da noi hanno solo predatori occasionali: ho osservato molte volte la predazione di Tegenaria gigantea (un ragno) sulle ninfe, e anche la predazione da parte di pettirossi, sempre sulle ninfe. Gli adulti invece non hanno, che io sappia, ne’ predatori ne’ parassiti alle nostre latitudini. Sono uccisi pero’ dal clima secco e/o troppo freddo (sotto lo zero). In altri paesi con un clima piu’ idoneo invece la mancanza di predatori ha contribuito al naturalizzarsi della specie, ma non sono al corrente di nessun problema di competizione con altre specie dove si sono naturalizzati. Probabilmente un grazing eccessivo sulle piante potrebbe portare alla lunga a squilibri nella composizione vegetale dei microhabitat

  3. Giam Says:

    Insetti-stecco “italici” ogni tanto li trovo anche io. Affascinanti…
    Ma sono una specie autoctona?
    Hanno anche loro riproduzione asessuata?

  4. simone Says:

    io abito in lombardia, precisamente in provincia di bergamo…
    li posso trovare nelle mie zone??
    dove si trovano di solito? su alberi? al sole in posti umidi?

  5. Alice Says:

    Il fine settima scorso ho acquistato in un museo di Padova un piccolo insetto stecco. Non ne avevo mai visti prima e dopo le spiegazioni basi della guida, la cosa mi ha incuriosito, e ne ho acquistato uno.
    Ora iniziano i problemi!
    Come sono arrivata a casa ho riposto il picco insetto in un contenitore momentaneo realizzato con una retina sottile (lo avevamo acquistata come incubatrice per pesci) e gli ho messo all’interno le foglie di rovo con l’acqua (il contenitore per l’acqua l’ho realizzato con un tubetto per rullini e sul tappo ho realizzato un foro per inserire i rametti).
    La prima sera ho visto che ha mangiato un po’ di foglie. Le altre due sere non le ha nemmeno toccate ed è sempre fermo in posizione di riposo. Mi devo preoccupare o è normale?Gli ho anche vaporizzato dell’acqua sulle foglie ma niente.
    Per essere vivo è vivo perchè si muove ma sono preoccupata.
    Mi sapreste dire anche più o meno quanti mesi ha? Il corpo é lungo all’incirca 2,5cm.

  6. wert Says:

    ciao sn wert ho letto il tuo commento alice il tuo insetto sta facendo la muta x questo sta fermo nn ti preoccupare se è a testa in giù sta facendo la muta

  7. wert Says:

    sn wert a 1/2 mesi se dopo ti fa le uova lasciale li le fa solo quando è verde cioè grande

  8. danilo Says:

    Nell’ebraico, se non mi sbaglio, si scrivevano solo le consonanti, tanto uno, avendo tempo e voglia, poteva risalire ugualmente al senso. Il che può anche essere comprensibile, se stai graffiando pelli d’agnello con una penna d’oca. Ma con una tastiera davanti, è davvero così dispendioso in termini di tempo e di energie cacciarci qualche sparuto segno d’interpunzione, una solitaria maiuscola, robe così?
    Voglio dire, quanto tempo prezioso una persona può risparmiare, tempo che andrebbe utilizzato al meglio, scrivendo sn invece che sono?

    Boh, sarò vecchio…

    Danilo

  9. tupaia Says:

    Alice: ti ho risposto in privato

    Danilo: pss trpp tmp scrvnd vcl :-D

  10. falecius Says:

    Danilo: in ebraico, fenicio, aramaico ed arabo inizialmente non si scrivevano le vocali (tranne qualche caso). In ebraico moderno mi pare che notino solo le vocali lunghe, così come in arabo.
    Ti assicuro per esperienza (con l’aramaico e soprattutto con l’arabo) che non è divertente leggere dei testi così.
    Però rispetto ad un repertorio di alcune centinaia di geroglifici era un passo avanti notevole.
    Le prime forme di alfabeto (o meglio, di abjad, alfabeto consonantico) erano una specie di stenografia (cosa evidente nello sviluppo della grafia araba, ma vale anche per l’ebraico antico).

  11. giona Says:

    cito: In ebraico moderno mi pare che notino solo le vocali lunghe
    Non sono vocali lunghe insomma non esattamente insomma dipende un po da come le vedi: sono le madri della lettura consonanti che se unite ad una vocale perdono il carattere consonante e diventano vocali lunghe boh si forse hai ragione tu non le ho mai considerate vocali cioè se le pronunci sono vocali ma se le scrivi sono consonanti. Che casino non ci capisco una mina

  12. falecius Says:

    Giona: hai ragione, sono consonanti che indicano la presenza di una vocale lunga, ad essere precisi, avevo scritto così per semplificare. Le vere vocali sono i segni masoretici (hanno un nome ebraico che non ricordo, in arabo si chiamano harakat) che normalmente, tanto in ebraico che in arabo, sono omesse. In aramaico moderno invece mi pare che i loro equivalenti siano obbligatori.

  13. giona Says:

    mi piace scrivere frasi sentenziose a perfetti sconosciuti !

  14. maria josè Says:

    OH DIO SON DISPERATA !!

    il mio insetto stecco sta notte ha fatto la muta ma HA PERSO 3 ZAMPEE!!! cosa faccio????? non si muove quasi

  15. tupaia Says:

    alla prossima muta gli ricrescono, se ancora non e’ adulto. Tanto non si muove quasi mai comunque.
    Beata te che non hai altro per cui disperarti davvero…

  16. maria josè Says:

    Noooo non ho nulla di cui preoccuparmi a parte il mio insetto stecco -_- ho 16 e aspetto un bambino xm

  17. maria josè Says:

    Noooo non ho nulla di cui preoccuparmi a parte il mio insetto stecco -_- ho 16 e aspetto un bambino CMQ grazie della risposta aspetterò che ri crescano altrimenti gli darò una mano.. cmq è nato ad aprile..

  18. tupaia Says:

    Se era l’ultima muta comunque non e’ un problema, tra un po dovrebbe cominciare a deporre le uova e nel giro di pochi mesi assisterai a decine di lieti eventi (oltre al tuo, in bocca al lupo per quello). In assenza di predatori non e’ un problema quante zampe ha, se ha cibo a sufficienza a disposizione.

  19. maria josè Says:

    speriamo hihi mi fa troppa pena però vederlo cosi non riesce a far nulla senza le zampe davanti e una dietro..

  20. fede Says:

    Dovrei volare (un’ora e un quarto ) con due stecchi appena ricevuti: è possibile o da evitare? grazie

  21. maria josè Says:

    Scusate in precedenza ho accennato di una perdita di 3 zampe durante l ultima muta fatta. Il mio insetto è nato ad Aprile, può ancora avere le sue zampine? E quando inizierà a fare uova? grazie

  22. bwnny Says:

    la vita media d 1 insetto stecco è d 1 anno qind ora le zampe gli saranno ricrescute riguardo alle uova dovrebbe farle fra 2 mesi.

  23. bwnny Says:

    il mio insetto stecco nn riesce a fare la muta cs e cm devo fare?

  24. bwnny Says:

    grazie

  25. tupaia Says:

    bwnny: dagli un posto per appendersi a testa in giu’ comodamente

  26. martina Says:

    ciao! io ho 3 insetti stecco ke sn nati a novembre 2009 ma mi sembrano ancora piccoli…sono lunghi circa 5 cm e uno nn sta bene dopo aver fatto una muta e purtroppo ha perso una zampa…dove posso comprare altri stekki??? rispondete grazie
    marty97

  27. Ludomaster Says:

    Ho due insetti stecco di circa 5 mesi l’uno, che vivono nella stessa teca. Ho scoperto oggi che è nato un micro insetto stecco, ma ne ho visto solo uno, ce ne sono altri o si schiuderanno in seguito?

  28. davide Says:

    Grazie delle informazioni, ottimo. Ho tre insetti stecchi, due grandi e uno ancora piccino. Per adesso stanno crescendo bene. Ritornerò a farti visita, intanto ho messo il tuo link su un mio post, penso che le notizie che hai dato siano molto utili, dunque “le faccio girare”.
    A presto,
    Davide

  29. Anna Says:

    Salve a tutti. Ho tre insetti stecco adulti che tra poco compiranno 1 anno e da quello che ho letto, dovrebbero essere verso la fine della loro vita. Ora: nel giro di pochi giorni hanno deposto circa 30 uova e la produzione continua… Se dovessero schiudersi tutte non saprei davvero dove tenerli… Mi sapete dire a chi rivolgermi? C’è qualcuno interessato ad avere questi insetti? Grazie per ogni risposta, perchè sono un po’ preoccupata…
    Anna

  30. andry mitica Says:

    ciaooo!ho un insetto stecco di nome peppo
    vive in una teca ha fatto 3 mute e sta benissimoooooooooooooooooooo!

  31. Max Says:

    Ciao a tutti, io avevo 2 insetti stecco che adesso hanno pensato di riprodursi ed ora ne ho circa un’ottantina: nessuno ne vorrebbe qualcuno?

  32. valentina Says:

    circa 1 anno fa m hanno regalato 3 insetti stecco d poki giorni.uno,dp 1 muta nella quale ha perso 4 zampe e le altre 2 erano rimaste all’interno della vekkia pelle,è morto xk nn riusciva a cibarsi.è morto all’incirca ad aprile.gli altri 2 sn cresciuti ma ieri l ho trovati morti(entrambi???!!)ma al loro posto c’erano 12 insettini.oggi ne ho trovati altri 6.(le uova nn le avevo proprio notate).ora k i genitori nn c sn + alcuni piccoli nn sanno cm mangiare e sn nettamente + mingherlini rispetto agli altri(1 ha già fatto 1 muta).un altro ha le zampe ricurve e nn mangia.ho paura k possa morire da 1 momento all’altro.ho bisogni di consigli.grz x la risp.scs x il poema..ciao

  33. rosaria caldeo Says:

    ciao
    hai ancora a disposizione uova, insetto stecco adulto o ninfe quasi adulte?
    sono un’insegnante di scuola elementare e vorrei farli osservare ai miei alunni.
    quest’anno si studiano gli invertebrati…con un occhio particolare per gli insetti.
    attendo tue notizie
    a presto
    ros

  34. tupaia Says:

    No, mi spiace, me ne sono rimasti solo quattro.

  35. martino Says:

    io ho molti insetti stecco,,chi li volesse mi puo contattare,,,ciao,,abito a Tradate

  36. monica Says:

    ciao a tutti, ad ottobre scorso, per il mio compleanno mi hanno regalato degli insetti stecco, mi ci sono subito affezzionata dopo aver allevato delle mantidi volevo provare con gli stecchi che sono più simpatici…(almeno non cercano di mangiarsi tra loro…) purtroppo ieri è morto il penultimo, me ne è rimasto solo uno ma che è molto vecchio e che credo morirà presto… stranamente non hanno fatto piccolini…
    mi piacerebbe poterne avere qualcun altro per vedere se riescono a riprodursi stavolta… per caso qualcuno ne ha qualcuno da darmi nelle vicinanze di Milano?
    Grazie mille
    Monica

  37. stecca:) 2000 Says:

    CIAO fra un tot di giorni mi arrivano alcuni di questi esemplarinoi avevamo in casa una gabbietta per gli uccellini l’abbiaomo foderata con un tessuto trasparente secondo voi può andar bene????

  38. tupaia Says:

    no, hanno bisogno di molta umidita’

  39. silvia Says:

    stamattina mi sono svegliata e uno dei miei 2 insetti stecco era sparito…..non lo trovo più….non ha mai fatto più di mezzo metro di strada e quindi lasciavo la teca aperta per dargli più spazio….
    ma è possibile che si sia messo a correre??????? in sei mesi non l’ho mai visto camminare………
    silvia

  40. silvia Says:

    non è che si mangiano tra loro?????

  41. arktraveler Says:

    anche i miei piccoli sono spariti ne avevo 5 ma addesso ne ho solo 1. comunque, sto faccendo una ricerca sugli insetti stecco, ma nn trovo da nessuna parte quanto sia la loro “massima durata vitale”. mi potete aiutere( entro sta sera)

Leave a Comment