La lunga notte dei ricercatori

Venerdi’ 24 Settembre ci sara’ la European researcher’s night, una serata in cui i ricercatori escono finalmente dai loro laboratori, jungle, biblioteche o semplicemente schiodano il culo dalla sedia davanti al PC dove fanno modelling e vanno in un luogo pubblico a parlare delle loro ricerche con la gente. Si spera che ambo le parti ricevano un reciproco giovamento dall’iniziativa, se non altro gli esperti di modelling prenderanno una boccata d’aria fresca, finalmente (si riconoscono perche’ sono quelli pallidi con gli occhi cerchiati di rosso, ne ho un paio seduti qui accanto a me e so di cosa parlo).

In tutta Europa ci sono 200 citta’ coinvolte e 1500 istituti di ricerca, e si prevede un afflusso di pubblico di mezzo milione di persone. Chi scrive questo blog e’ convolta con la propria istituzione nell’iniziativa londinese (Londra pertecipa per la prima volta) al Natural History Museum, affiancando i ricercatori del museo. Gli scienziati sfideranno il pubblico mostrando campioni presi dai loro studi e chiedendo di osservarli, descriverli e capire cosa sono, e naturalmente saranno a disposizione per rispondere a tutte le domande. Chi vi scrive quasi certamente sara’ nell’Hendrick’s Bar of Curious Concoctions, Darwin Centre, nell’ala destra del museo, a mostrare roba pelosa piu’ o meno impressionante. Qui dettagli. Spero di riuscire a reggere i gin tonic sino alle 22!

In Italia Il Museo Civico di Storia Naturale di Trieste avra’ uno stand in Piazza dell’Unità d’Italia in cui i ricercatori parleranno della ricerca per salvaguardare la biodiversità, di lupi, cinghiali, zanzare tigre, ailanti, seneci africani, chirotteri, vipere, zecche, gambusie, ecc.). Saranno inoltre coinvolti nello “STREET SCIENCE” in cui i ricercatori, nelle vie del centro, sostituendosi per un giorno ad ambulantie musicanti di strada, descriveranno le loro ricerche scientifiche ai passanti.

Il trentino e’ presente in massa: A Trento l’iniziativa e’ portata avanti dal Museo di storia Naturale, qui i dettagli, a Bolzano il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige offre ai visitatori la possibilità di curiosare dietro le sue quinte dalle 17 alle 24, qui i dettagli. Inoltre parteciperanno altri 13 enti locali come l’Accademia Europea, l’Universita’ e il TIS innovation park.

Le notizie italiane le ho raccolte tramite una mailing list, se siete al corrente delle altre citta’ mandatemi una mail e aggiorno il post via via, entro venerdi’.

non riesco a pubblicare l’immagine della locandina, ma insomma, cercatevela qui

Published by tupaia on settembre 21st, 2010 tagged annunci, informazione, ricerca


10 Responses to “La lunga notte dei ricercatori”

  1. Formalina Says:

    Non credo ai miei occhi! Io e la mia ragazza verremo a Londra per la prima volta dal 23 al 29 settembre e il nostro hotel è a Kensington, a un tiro di schioppo dal Museo.
    Che bella coincidenza! Non credo che mancheremo facilmente a questo appuntamento! =)

  2. tupaia Says:

    Formalina: Dopo le pizze piemontesi facciamo anche un fish & chips londinese? Scrivimi in pvt, magari.

  3. Networm Says:

    …avanzatemi qualcosa :(

  4. heteroteuthis Says:

    bellissima iniziativa…ma quindi gin tonic in quel di londra e spritz dalle nostre parti??

  5. falecius Says:

    So che fanno cose a Venezia ma non ricordo quali. Ad occhio sembravano poco interessanti. Comunque io sarò a ricercare altrove…

  6. Oifame Says:

    Leggo questo blog da tanto tempo ma non ho mai lasciato nessun commento in bacheca, quindi non posso che iniziare il primo facendo i complimenti a Tupaia, le specie che descrive sono meravigliose. Uscendo dal piano personale, anche se non c’entra con la biologia, a Casciana aprono l’interferometro gravitazionale al pubblico: http://outreach.ego-gw.it/

  7. illo Says:

    Le iniziative italiane sono qui: http://www.nottedeiricercatori.it/

  8. Gnomoboleto Says:

    In Emilia Romagna: http://www.nottericercatori.it/

  9. Morrigan Says:

    Cara Tupaia, il naturalista invece è al convegno della SHI a Chieti… vabbè non c’entra nulla, ma era per partecipare con un evento naturalistico in suolo italico.
    Un salutone a te e a Eugenio
    Cris (e Stefano in trasferta)

  10. Karol Tabarelli de Fatis Says:

    Il posto giusto per pubblicare questo sondaggio:
    http://www.sondaggi.rai.it/index.php?sid=75933&lang=it

Leave a Comment