Dal Giappone con furore – Intro

Quando pensiamo al Giappone, di solito due immagini ci si parano subito davanti: tecnologia avanzata e baleniere senza scrupoli. Il Giappone, tuttavia, non e’ solo questo. Se e’ vero da un lato che Godzilla e’ probabilmente stato convertito in sushi di lusso molto tempo fa, e’ anche vero che l’arcipelago e’ un punto caldo di biodiversita’, visto che conta circa 2000 piante endemiche e ben 183 vertebrati endemici. Tutto cio’ in un paese la cui superficie e’ appena un terzo maggiore di quella del Regno Unito. 132 specie di mammiferi tra cui 38 endemici, 600 specie di uccelli, 58 specie di anfibi di cui l’80% endemici, 73 specie di rettili di cui la meta’ endemici, 3000 specie di pesci sono tra gli animali che contribuiscono a questa smisurata biodiversita’.

Quali sono queste specie e come mai ce ne sono cosi’ tante?

La domanda e’ complessa e la risposta necessita precisione e pazienza, due virtu’ che non mancano ai giapponesi. Ho deciso quindi di sviluppare questo post come se fosse un origami modulare, piegando foglio dopo foglio in modo da ricostruire alla fine un’immagine completa. Nei prossimi giorni nuovi foglietti ripiegati, sotto forma di nuovi post, si verranno ad aggiungere a questo primo. Confido solo nella pazienza di chi legge.

Published by tupaia on maggio 17th, 2012 tagged Ecologia, Giappone


4 Responses to “Dal Giappone con furore – Intro”

  1. Andrea Says:

    “Ho deciso quindi di sviluppare questo post come se fosse un origami modulare, piegando foglio dopo foglio in modo da ricostruire alla fine un’immagine completa”
    Immaginifica! Metafora raffinata in piena atmosfera nippon… Aspetto con ansia il seguito!

  2. claudio Says:

    io sarò anomalo, ma quando sento giappone mi vewngono i mente le scimmie alle terme :-P

  3. sulfrum Says:

    io credevo che ora giappone per quasi tutti significasse manga, erotismo, kabuki, tsunami… ok quasi tutti eccettuato i giapponesi (forse).

  4. Networm Says:

    Non ci starebbe male un po’ di chiarezza sui Pokèmon…

Leave a Comment