catene e shoa

Sono stata chiamata in causa da Mr Tupaia per una cosa per cui c’entro come un cavolo a merenda.

Confermo la mia allergia per le catene di sant’antonio, per cui ovviamente non procedero’ oltre, ma in piu’ mi sento anche in imbarazzo per non aver mai letto un libro sulla shoa, quindi anche volendo non potrei consigliarne nessuno.

E il motivo per cui non ho mai letto un libro sulla shoa non e’ disinteresse, al contrario e’ che so che starei psicologicamente male per mesi dopo, e non sono masochista fino a questo punto. Sono sempre quella che si rifiuta di ammazzare i topolini, figurarsi pensare che la cosa venga fatta sui miei conspecifici. A me viene il magone gia’ a pensare all’estinzione dei trilobiti e al limite K/T, figuriamoci documentarmi sulla shoa.

So che e’ la politica dello struzzo che mette la testa sotto la sabbia, ma tutto sommato… toh, guarda quanti bei granuli di silicio che ci sono qui!

Published by tupaia on febbraio 4th, 2008 tagged annunci


9 Responses to “catene e shoa”

  1. Marco Ferrari Says:

    Lo struzzo non mette la testa sotto la sabbia… 8-))))

    Marco

  2. tupaia Says:

    ecco, lo sapevo! stavo per aggiungerlo io ma poi mi son sentita pedante. Come dire, meglio a te che a me ;-P

  3. gio Says:

    scusa se centra poco con il post
    ma vorrei il tuo parere

    http://ildiodeipiccolimondi.blogspot.com/2008/02/alien-inside.html

    secondo te cosè?
    vedrò di fare una foto migliore

  4. tupaia Says:

    gio: ho risposto sul tuo blog

  5. gio Says:

    Grazie mille provvedero ad allontanarli.

  6. Dimitri Says:

    Scusate ma qua gli animali ci stanno poco.
    Parliamo di uomini, di bestie.
    La bestia si distingue dall’animale perchè è cosciente di quello che fa (ovvio che una volpe uccide per bisogno alimentare).
    Ho avuto nonno e nonna partigiani, il nonno in Slovenia (e li era guerra, battaglie da centinaia di morti, non scaramucce). Ovvio il substrato in cui sono cresciuto. Per me, la giustizia ha una sola faccia, ed i Palestinesi non ne hanno.
    Mi dispiace, ma non mi sento in colpa per la Shoa, la mia famiglia ha fatto tanto per la libertà dell’uomo. Non ha colpa della Shoa, ma che questa sia una scusante dei comportamenti non è giusto. Non è quello per cui tanta gente è morta.
    C’entra poco con gli animali, più con le bestie. E chi è morto l’ha fatto per gli animali, ed io devo rispettare il loro sacrificio.
    hasta la vista

  7. falecius Says:

    ed i Palestinesi non ne hanno.

    Non riesco a capire cosa c’entrino i palestinesi.

  8. Dimitri Says:

    Caro falecius, semplicemente, non hanno quello a cui tutti aspiriamo (non in senso religioso). La giustizia, la libertà, la possibilità di sentirsi liberi (nel corpo, nel pensiero, nell’espressione). Scusa, ma questo i palestinesi non lo hanno. Non lo hanno mai avuto, e quando cresce il revanscismo religioso, ci sembrano ancora più lontani. Mera conseguenza dell’indifferenza.Quando l’uomo diventa bestia, non si può giustificare. Qualunque sia il motivo.
    Ode al nonno, ma non era questo il mondo per cui era disposto a mettere in gioco la propria vita.

  9. giona Says:

    bof io non sopporto i libri sulla shoa e sono ebreo !

Leave a Comment